Come leggere le etichette dei prodotti sanitari come un professionista

Come leggere le etichette dei prodotti sanitari come un professionista

Mangiare una dieta equilibrata è il modo migliore per soddisfare il proprio fabbisogno di vitamine e minerali. Tuttavia, in determinate circostanze, può essere necessario assumere un integratore.

L’acquisto di integratori può essere incredibilmente impegnativo.

Con così tanti integratori là fuori e così tante informazioni confezionate su ogni etichetta del prodotto, può essere difficile anche solo sapere da dove cominciare.

Fortunatamente, una volta capito come leggere le etichette, l’acquisto di integratori diventa un gioco da ragazzi.

Questo articolo esamina alcune semplici strategie per iniziare a leggere le etichette dei supplementi come un professionista.

Regolamenti sui supplementi

Gli integratori alimentari sono prodotti destinati ad integrare la vostra dieta.

Sono disponibili in una varietà di forme, tra cui compresse, capsule, liquidi, pillole e polveri.

Alcuni tipi comuni di integratori includono vitamine, minerali, enzimi, erbe, estratti, probiotici e aminoacidi.

È importante tenere presente che la Food and Drug Administration (FDA) non regola la sicurezza o l’efficacia degli integratori allo stesso modo in cui controlla i farmaci.

Ciò significa che non c’è alcuna garanzia che un integratore sia prodotto secondo gli standard di qualità specificati o che rimanga coerente da lotto a lotto.

Per questo motivo, è importante esercitarsi nella lettura delle etichette durante l’acquisto di integratori per assicurarsi di ottenere un prodotto della massima qualità possibile.

Fatti relativi ai supplementi

L’etichetta dei fatti del supplemento include la maggior parte delle informazioni di base su un supplemento, tra cui la dimensione della porzione, il numero di porzioni per contenitore, gli ingredienti nel prodotto e la quantità di ogni nutriente che contiene.

Iniziate controllando la dimensione della dose, che può dare un’idea di quanto si dovrebbe prendere per raggiungere il dosaggio desiderato.

Può anche aiutarvi a determinare se deve essere diviso in dosi multiple durante il giorno o se può essere preso tutto in una volta, che alcune persone possono preferire.

Si dovrebbe anche guardare il suo contenuto di nutrienti, insieme alle loro quantità in ogni dose.

Per le vitamine e i minerali, questo viene di solito indicato come valore percentuale giornaliero (%DV), che si basa sul fabbisogno nutrizionale stimato di chi segue una dieta a 2.000 calorie.

Ad esempio, se un prodotto contiene il 50% del DV per un determinato nutriente, significa che contiene circa il 50% della quantità di cui la maggior parte delle persone ha bisogno per l’intera giornata.

In alcuni casi, gli integratori possono contenere oltre il 100% di DV per determinati nutrienti.

Tuttavia, è importante non superare il Livello di Assunzione Superiore Tollerabile (UL), che è definito come la massima assunzione giornaliera che difficilmente può causare sintomi negativi o effetti collaterali.

Assicuratevi di controllare sempre il UL prima di acquistare un nuovo integratore. Inoltre, è meglio discutere l’uso di integratori con il vostro fornitore di assistenza sanitaria, soprattutto se avete delle condizioni mediche di base.

Verso il fondo dell’etichetta del fatto supplemento supplemento, altri ingredienti sono elencati, tra cui erbe, estratti, additivi e altri composti.

Per ulteriori informazioni su come selezionare vitamine e minerali di alta qualità, così come determinare se si può beneficiare di un supplemento, controllare questo articolo.

Composizione

Quando si seleziona un integratore, la lettura dell’etichetta dell’ingrediente è fondamentale.

Controllate attentamente la presenza di ingredienti come riempitivi, dolcificanti, conservanti e additivi, che saranno tutti elencati sull’etichetta.

I riempitivi sono spesso utilizzati dai produttori per aiutare a ridurre i costi o aggiungere sostanze a compresse e capsule.

Alcuni additivi aumentano anche la durata di conservazione degli integratori, aiutano a legare insieme gli ingredienti o migliorano la consistenza, il colore, il gusto o la consistenza dei prodotti.

Anche se questi ingredienti possono essere necessari in alcuni casi, è meglio stare alla larga dagli integratori che contengono una lunga lista di additivi.

Alcuni degli additivi più comuni che si trovano negli integratori includono:

  • cellulosa
  • acido stearico
  • gelatina
  • olio di soia
  • maltodestrina
  • sorbato di potassio
  • biossido di silicio
  • acido citrico
  • biossido di titanio
  • lecitina di soia
  • stearato di magnesio
  • sorbitolo

Gli integratori possono contenere anche colori artificiali, dolcificanti o aromi, tutti indicati sull’etichetta.

Tenete presente che gli ingredienti sono elencati in ordine di predominanza, con quelli presenti nelle quantità più alte elencate per primi.

Qualità

I supplementi venduti negli Stati Uniti sono tenuti a seguire le attuali buone pratiche di produzione (CGMP), che garantiscono che le aziende aderiscano a processi approvati per la produzione, l’imballaggio, l’etichettatura e la conservazione dei supplementi.

Se decidete di acquistare dei supplementi, utilizzate i comprovati negozi LAURA PAPPUTO dove troverete una descrizione dettagliata del prodotto che state acquistando.

La Food and Drug Administration (FDA) ha la responsabilità di garantire che i produttori aderiscano a queste linee guida, che aiutano gli integratori a soddisfare le specifiche richieste per quanto riguarda la resistenza, l’identità, la purezza e la composizione.

Alcuni produttori possono anche scegliere di sottoporsi a test di terze parti per ottenere la certificazione da organizzazioni come la FDA:

  • NSF International
  • Farmacopea degli Stati Uniti (USP)
  • ConsumerLab
  • Gruppo di controllo delle sostanze vietate (BSCG)
  • Underwriters Laboratories (UL)
  • Norme internazionali sull’olio di pesce (IFOS)
  • Queste organizzazioni stabiliscono standard rigorosi per la purezza e la potenza degli integratori, motivo per cui le certificazioni sono tipicamente un buon indicatore di qualità.

I prodotti che hanno ricevuto la certificazione da queste organizzazioni spesso mostrano un sigillo di verifica sull’etichetta. Di solito si può anche trovare un elenco di prodotti certificati sul sito web dell’organizzazione terza.

Alcuni integratori possono anche fornire un Certificato di Analisi (COA), il che significa che sono stati sottoposti a test di terze parti per verificare che soddisfino le specifiche di prodotto richieste.

Il COA per i prodotti è spesso disponibile come codice QR sull’etichetta del supplemento, oppure è accessibile sul sito web del produttore.

Se non viene fornito un COA per il vostro supplemento, potreste anche considerare la possibilità di contattare direttamente il produttore per vedere se è disponibile.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *